Azienda agricola La Rosa dei Venti Enna

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

DA AGRICOLTURA ECOSOSTENIBILE
estratto meccanicamente a freddo e ricavato dalla prima premitura, così da rispettare appieno le caratteristiche organolettiche che lo rendono un prodotto di alta qualità.

il team di questa azienda agricola vi da il benvenuto in questa pagina, dove cerchiamo di spiegare il modo in cui produciamo il nostro olio extravergine di oliva in maniera sostenibile
buona lettura

 

Intanto vorremmo definire il concetto di settore primario, al solo scopo di comprendere l’importanza del prodotto agricolo:
In economia il settore primario è il settore economico che raggruppa tutte le attività legate allo sfruttamento delle risorse naturali.
Si tratta di attività che vanno incontro ai bisogni primari di sopravvivenza dell’individuo e pertanto sono storicamente le prime attività economiche poste in essere dall’uomo.
A tal proposito cerchiamo di produrre un prodotto alimentare che fa bene alla salute dell’uomo e facciamo in modo che lo “sfruttamento” delle risorse naturali sia nel pieno rispetto della Natura, in modo che la stessa possa continuare a sostentare anche le generazioni future.

 

1. Qualità delle nostre olive (cultivar):
La qualità delle nostre olive è nocellare dell’Etna, biancolilla e cerasuola.
L’oliva Appartiene alla famiglia delle Oleaceae e al genere olea

 

2. La nostra Missione:

Il nostro obiettivo è quello di produrre in maniera sostenibile un olio extravergine di oliva di qualità, senza alcun utilizzo di prodotti chimici, perciò 100% naturale, inoltre prestiamo attenzione a tutte le fasi produttive, dalla cura dell’albero all’imbottigliamento dell’olio, nel rispetto dell’ambiente e degli esseri viventi che lo circondano.

 

3. Coltivazione biologica e sostenibile

Il tipo di coltivazione da noi adottata è biologica (e tendenzialmente biodinamica), significa che non viene utilizzato alcun prodotto chimico (100% NO CHEMICAL).

 

4. Manutenzione e concimazione dell’oliveto 

La manutenzione e la simultanea concimazione dell’azienda viene effettuata direttamente dalle diverse specie di animali che vivono liberi all’interno di essa, e cioè pecore, asini, cavalli, oche e galline. Pertanto questi animali mangiano diversi tipi di erbe assicurando una perfetta pulizia del terreno ed un’ottima ed economica concimazione. Inoltre quest’ultima viene supportata dall’utilizzo dell’Humus ovvero un fertilizzante organico biologico di nostra produzione. In particolare le galline vengono usate per la pratica del Chicken tractor.

 

5.Pacciamatura
il sottochioma di ogni singolo albero viene coperto dalla paglia , in modo da poter rilasciare lentamente ulteriore sostanza organica e per mantenere umido il terreno nei periodi estivi

 

6. Biodiversità:
Considerato che non rivoltiamo il terreno, non viene distrutta la vita che si crea in superficie (microfauna), in questo modo viene favorito un equilibrio naturale dove le diverse tipologie vegetali e animali vivono in armonia.

 

7. Lotta antiparassitaria biologica :
la lotta antiparassitaria è affidata agli insetti predatori come ad esempio le coccinelle, che riescono a vivere e riprodursi in alcuni spazi dell’azienda, dove le erbe spontanee crescono rigogliosamente

 

8. Potatura:
Periodicamente è necessario eliminare dall’albero alcuni rami, in modo da poter favorire l’areazione della chioma e l’irradiazione solare. La modalità di questa pratica colturale è generalmente legata al modo in cui il contadino decide di condurre il terreno; nella nostra azienda la chioma dell’albero è a circa un metro e mezzo dal suolo, in modo da facilitare la pulizia sottochioma, favorire il pascolo degli animali e agevolare l’utilizzo dei mezzi meccanici per la raccolta.

 

9. Prevenzione incendi:
Nel periodo primaverile vengono effettuate delle linee tagliafuoco di sicurezza lungo il perimetro aziendale ed individuate delle aree sicure e facili da raggiungere per eventuali mezzi di soccorso.

10. La raccolta:
Il momento della raccolta è più delle volte un momento speciale e viene effettuato in maniera diversa in base all’estensione, all’ubicazione geografica e alla morfologia dell’azienda.
Per le aziende a conduzione familiare, nella maggior parte dei casi, la raccolta diventa un momento magico. Un bel pretesto per riunire la famiglia, grandi e piccoli, amici e parenti, non tutti operanti nel settore agricolo, così che diverse persone di diverse professioni riunite senza distinzioni si ritrovano tutti in campo all’opera.
La raccolta, nel nostro territorio, inizia generalmente intorno ai primi giorni di ottobre e finisce intorno alla fine di novembre.

All’interno della nostra azienda la raccolta avviene con l’ausilio di un carro raccoglitore, trainato da un mezzo meccanico e composto da un cassone su cui è appoggiata una griglia in metallo (che permette all’operatore di poter lavorare sopra di essa senza danneggiare le olive) e circondato lateralmente da sponde apribili che fungono da reti mobili.
Le olive vengono raccolte a mano dall’albero e fatte cascare all’interno del carro.
Questo attrezzo per la raccolta è stato da noi ideato, progettato e costruito per migliorare e semplificare il lavoro dell’uomo in campo agricolo.


 

11. Lo stoccaggio
La tipologia di stoccaggio ottimale è in cassette di plastica forate e possibilmente all’aria aperta per favorirne l’areazione in attesa della molitura ed evitare così il processo di acidità dell’oliva.
Le olive vengono macinate prevalentemente entro tre giorni dalla raccolta.

 

12. La molitura a freddo
Alla fine della giornata di raccolta le olive vengono portate al frantoio vicino la nostra azienda ed anche questo è un momento bellissimo perché si vede tutto insieme il frutto della giornata di lavoro.

 

13. Fasi di molitura del nostro olio

A) Pulizia:
Le olive vengono fatte passare da un aspiratore per togliere eventuali foglie cadute durante la raccolta. Successivamente le olive vengono lavate con acqua per eliminare eventuali residui di terra.

 

B) Frantumazione:
Considerato che l’oliva è composta da polpa e nocciolo, in questa fase le olive vengono macinate nel frantoio e si ottiene una pasta costituita da nocciolo macinato e polpa

 

C) Gramula:
La pasta viene messa, attraverso una pompa, all’interno di una vasca sigillata in modo da mantenere la fragranza, il gusto e le proprietà organolettiche dell’olio.

La pasta rimane all’interno di questa vasca per circa 40 minuti ad una temperatura di circa 27°C.
La temperatura di questa vasca, in questa fase, è determinante perche a questa temperatura si estrae l’olio solo dalla parte migliore dell’oliva (ovvero dalla polpa) cosi si può definire MOLITURA A FREDDO, per ottenere OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA di categoria superiore .
Se invece si aumenta la temperatura di questa vasca, si estrae olio anche dal nocciolo, e si ottiene un olio di oliva di categoria opinabile.

 

D) Decanter:
Successivamente mediante delle pompe si passa il tutto in un decantar che separa l’olio dall’acqua e dalla sansa (parte solida e legnosa).

 

E) Separatore:
Infine l’olio viene pompato all’interno di un separatore che effettua un ulteriore filtraggio da eventuali impurità e residui di acqua. Da questa ultima macchina esce L’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA.

 

F) La resa:
A questo punto si può quantificare la resa , ovvero la quantità di olive necessarie per ottenere un litro di olio. La resa media delle nostre olive è di circa 16% (16 litri di olio per ogni cento kg di olive ), ovvero circa 6kg di olive per ottenere un litro di olio extravergine di oliva.

 

G) Imbottigliamento, trasporto e stoccaggio:
Ora si è pronti per riempire i contenitori che ne permettono il trasporto in azienda dove vengono conservati a temperatura costante in un luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce e dai rumori.
I contenitori vengono tenuti chiusi ermeticamente in modo da preservare a lungo l’aroma dell’olio.
L’acidità dell’olio risulta essere inferiore allo 0,8. Il colore di un olio di oliva extravergine italiano può andare dal giallo oro al verde smeraldo, con infinite sfumature intermedie.

 

14. Pakaging ecologico

Il nostro olio viene spedito all’interno di casse in legno, costruite direttamente da noi in azienda. Le casse sono resistenti agli urti e riutilizzabili al 100% con un impatto ambientale pari a zero.

 

15. Valori nutrizionali dell’olio extravergine di oliva
L’olio extra vergine di oliva è uno degli alimenti cardine della dieta mediterranea e grazie alla sua composizione in acidi grassi “buoni” e alla presenza di altre benefiche sostanze, manifesta importanti proprietà per la salute dell’uomo.
La composizione dell’olio extravergine di oliva è costituita da numerose vitamine e sostanze con importanti proprietà nutritive che conferiscono una natura antiossidante.
Essendo un alimento di origine vegetale, è costituito per la maggior parte da acidi grassi. Di questi il 75% sono grassi insaturi, il più abbondante è l’acido oleico.

 

nutrienti quantità per 100 g quantità in un cucchiaio
acqua tracce tracce
proteine 0 0
carboidrati 0 0
grassi 99.9 g 9.99 g
colesterolo 0 0
vitamina A 36 μg 3.6 μg
vitamina E 22.4 mg 2.24 mg
polifenoli 4 50 mg 5 mg

 

I valori nutrizionali dell’olio EVO dipendono anche dalla sua composizione, che non è sempre costante o univoca, ma può dipendere:
• dal tipo di cultivar
• dalla zona di produzione
• dal grado di maturazione dell’oliva
• dal metodo di estrazione dell’olio.

 

16. Modo di impiego dell’olio extravergine di oliva
L’olio extravergine di oliva può essere utilizzato a crudo per condire alimenti come insalata, pasta, carne etc.

L’olio extravergine di oliva è alla base della dieta mediterranea e con le sue straordinarie qualità nutritive costituisce il fondamento della cucina italiana. Nella dieta Mediterranea infatti è l’alimento indispensabile, in quanto è alla base di tutti i principali piatti della tradizione contadina. Basta pensare che alimenti come: pane, pasta, riso, verdure e legumi sono conditi prevalentemente con l’olio extravergine d’oliva.
La dieta mediterranea viene oggi proposta come modello ideale di alimentazione dove l’olio extravergine d’oliva occupa un posto di primaria importanza, perché è la principale fonte di lipidi ovvero l’energia di riserva che serve al nostro corpo per svolgere le funzioni vitali. L’assunzione di grassi è essenziale per una buona alimentazione, ma bisogna saper selezionare il tipo di grasso migliore per il nostro metabolismo, è per questo che si sceglie l’olio extravergine di oliva, capace di fornire grassi nella forma migliore per l’organismo, cioè sotto forma di acidi grassi monoinsaturi, che sono estremamente digeribili e aiutano a mantenere nel migliore dei modi il nostro organismo, fornendo un sostanziale equilibrio tra colesterolo “buono” e quello “cattivo”. Inoltre è una fonte di vitamine e un aiuto per l’assimilazione delle vitamine contenute negli altri cibi.
La dieta Mediterranea è diventata un vero e proprio modello nutrizionale poiché è capace di unire degli ottimi sapori ad una vita longeva. Diversi studi dimostrano che la dieta mediterranea porta numerosi vantaggi per la nostra salute e facilita il mantenimento di un peso corporeo ideale.

L’olio extravergine di oliva può essere impiegato direttamente come idratante per mani e viso, proteggendo gli stessi dal freddo. Molti prodotti cosmetici sono a base di olio extravergine di oliva: basti pensare agli oli essenziali (come l’olio di iperico di nostra produzione), utilizzati in diversi modi, alle creme corpo, ai bagnoschiuma, shampoo e saponi.

Nel campo veterinario si è scoperto che in piccole dosi, circa 25 grammi al giorno nel cibo di cani o cavalli, l’olio extravergine di oliva può essere d’aiuto per ottenere un pelo degli animali molto lucido e più importante ad affrontare il freddo del periodo invernale.

 

17. Risorse dell’Ulivo
L’ulivo è un albero molto generoso, e dona all’uomo tante risorse.
La risorsa principale di questo albero sono le olive che in base alla varietà possono essere “addolcite” ed utilizzate da mensa oppure macinate per ottenere l’olio.
Le risorse dell’Ulivo sono:
– olive da mensa
– olio extra vergine di oliva
– sansa: la sostanza solida costituita per la maggior parte dal nocciolo macinato dopo l’estrazione dell’olio. La sansa si può utilizzare per alimentare le caldaie per riscaldamento.
– cippato: dalla potatura degli alberi si ottengono dei rami che si possono macinare per ottenere il cippato che viene utilizzato per concime oppure utilizzato per riscaldamento.
– legna da ardere: dai rami di potatura più grossi si ottiene legna ottima da ardere.
– legna per mobili: dai rami più particolari si può ottenere ottima legna per realizzare mobili per arredo di grande prestigio.
– radica: la sua grande radice può essere tagliata a fette sottili per rivestimento di parti di mobili, come ad esempio bugne di porte, top di comodini etc.
In ultimo, per riuscire a sfruttare al massimo l’olio extravergine di oliva, dopo essere stato impiegato per fritture oppure per conserve, può finire la sua carriera trasformandosi, insieme ad un tovagliolo, in accendi fuoco per camini o barbecue, o meglio ancora in compagnia di una scatoletta di tonno ed un tovagliolo che funge da miccia, si riesce ad ottenere una candela.

 

18. L’ulivo
L’olivo o ulivo (Olea europaea) è un albero da frutto molto forte, resistente e molto “generoso” , il termine albero da frutto è riservato a quegli alberi che producono frutti utilizzati dall’uomo per l’alimentazione (frutta) o per altre finalità economiche.

L’olivo, pur essendo coltivato e conosciuto fin dall’antichità, è sempre stato considerato, una coltura marginale in grado di offrire una produzione anche in condizioni difficili, pertanto degna di poche cure.
Fu utilizzato fin dall’antichità per l’alimentazione. Le olive, i suoi frutti, sono impiegati per l’estrazione dell’olio e, in misura minore, per l’impiego diretto nell’alimentazione. A causa del sapore amaro dovuto al contenuto in polifenoli appena raccolte, l’uso delle olive come frutti nell’alimentazione richiede però trattamenti specifici finalizzati alla riduzione dei principi amari.
Nelle zone ad alta vocazione olivicola l’olivo è stato propagato da secoli utilizzando l’innesto sull’olivastro o alberi nati spontaneamente o mettendo a dimora pezzi di radice, utilizzando materiale di propagazione di provenienza locale. Questa tradizione ha creato un grande patrimonio genetico costituito da un numero imprecisato di ecotipi,(cioè di tipi genetici strettamente associati ad un’area geografica). La selezione all’interno degli ecotipi ha portato alla costituzione di vere e proprie cultivar che, nella generalità dei casi, mantengono ancora un’identità strettamente associata ad un territorio (comprensorio, provincia, regione).
Ad oggi nel mondo si contano centinaia di varietà di olive (cultivar).

L’ulivo è un albero sempreverde e latifoglio, ha una crescita lenta ed è molto longevo arrivando pure ad essere secolare. L’albero di ulivo riesce a dare la sua prima produzione dopo circa sei anni dalla sua nascita, incrementandola di anno in anno. Esso produce il frutto (l’oliva) mediamente ogni due anni e raggiunge il massimo della produzione a circa 65 anni. Un ulivo giovane di circa 12 anni può produrre dai 30 ai 50 kg di olive, un ulivo secolare può produrre anche 300 kg di olive.
La popolazione del mediterraneo è molto affezionata a questo generoso albero, di straordinaria forza e bellezza, che ancora oggi domina il paesaggio mediterraneo e lo caratterizza con il suo singolare snodarsi di rami. Durante la sua crescita l’albero assume forme spettacolari, il suo tronco, che può raggiungere anche 3 metri di diametro, sorregge i molteplici rami danzanti.
E’ il caso di dire che è una pianta che merita rispetto ………….

 

19. L’ulivo e La mitologia
Il mito dell’ulivo ha origine in Grecia e nasce dalla contesa tre Poseidone ed Atena per chi dovesse fondare la città: il dio del mare conficcò il tridente sulla sommità del monte, da dove fece scaturire una sorgente d’acqua salmastra ed un cavallo impennato, simboli l’una della sterilità, l’altro della natura selvaggia, mentre la dea della sapienza, colpendo con la lancia il suolo, fece germogliare l’ulivo. Il dono di Atena venne considerato dagli dei e da Cecrope (primo re di Atene) il più utile ed ella vinse la sfida. La dea ebbe il merito di aver donato questa pianta agli uomini dell’Attica e l’ulivo divenne il sacro simbolo della città di Atene.

 

20. L’ulivo e la religione
Dal punto di vista religioso l’ulivo assume un profondo significato. Già nella sacra scrittura, suggellando l’inizio di una nuova era di pace fra l’uomo e Dio, nell’episodio del diluvio universale, la colomba dell’arca fatta uscire da Noè, ritorna con un ramo d’ulivo per annunciare la fine dell’evento catastrofico e quindi la riappacificazione tra Dio e l’uomo. Acquista, ancora, valore simbolico quando, al coro di Alleluia, Gesù Cristo viene accolto nella domenica delle palme con rami di ulivo, simbolo di rinascita. Pochi giorni dopo Gesù trascorrerà la sua notte in preghiera nel Getsemani, “l’orto degli ulivi”, da dove con il tradimento di Giuda, avrà inizio la sua passione.

 

21. Breve storia della contrada Rossi
Il nostro olio extravergine di oliva proviene da olive coltivate in collina nella meravigliosa Contrada Rossi, sita in Enna, Sicilia. La cultura per il biologico è ben praticata in questa contrada che nei secoli passati era il giardino di un convento di monaci, ben noti come custodi del sapere e conoscitori della cultura contadina.
Con il passare del tempo sono state selezionate le migliori qualità di olive e nella contrada sono subentrate le nuove generazioni che hanno introdotto altre varietà di alberi di olive e mantenuto questa magnifica passione.

Molte aziende a causa di prassi burocratiche e costi per l’assoggettamento non sono riconosciute dagli organismi di controllo ma di fatto praticano la coltura del biologico o del biodinamico o di qualsiasi altra pratica colturale per una scelta ETICA-MORALE e non a solo scopo di immagine-marketing.
Siamo consapevoli della fondamentale importanza del rispetto dell’ambiente e ci impegniamo quotidianamente per la salvaguardia della nostra Terra e delle sue preziose risorse.
Ovviamente non saremo noi a salvare il pianeta o ad offrire il miglior olio extravergine di oliva che si possa produrre, ma cerchiamo di fare del nostro meglio per ottenere il massimo della qualità, senza avere la presunzione di affermare che il nostro sia il modo giusto di coltivare alberi e produrre olio extravergine di oliva.
A tal proposito cerchiamo sempre di osservare per cercare di capire cosa meglio fare e cosa assolutamente non fare pronti ad ascoltare e valutare chiunque voglia darci informazioni utili per migliorare il nostro prodotto.
La più diretta certificazione sta nella vostra sensazione ovvero conoscete direttamente l’ azienda e chi la conduce se condividete l’operato potete dare il giusto valore a ciò che acquistate ed essere soddisfatti della scelta.

22. I nostri formati e prezzi
Bottiglia vetro da 100 ml = 3,00 euro
Bottiglia vetro da 250 ml = 4,00 euro
Bottiglia vetro da 750 ml = 8,50 euro
Bottiglia metallo da 750 ml = 8,50 euro
Contenitore in metallo da 5 litri = 47,50 euro

OLIO AL PEPERONCINO

Bottiglia vetro da 100 ml = 3,00 euro
Bottiglia vetro da 250 ml = 5,00 euro
Ordine minimo circa 300,00 euro
Spedizione in tutta Europa circa 60 euro per ogni 100kg
Per eventuali preventivi personalizzati contattare alla mail: info@larosadeiventienna.com
CON L’ACQUISTO DEL NOSTRO PRODOTTO CONTRIBUITE AL SOSTENTAMENTO DELLA NOSTRA AZIENDA E DELLA NOSTRA FAMIGLIA .
CON AFFETTO LO STAFF DELLA ROSA DEI VENTI

AZIENDA AGRICOLA LA ROSA DEI VENTI ENNA
Contrada Rossi snc, 94100 ENNA www.larosadeiventienna.com
mail: info@larosadeiventienna.com

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA 100% NATURALE DA AGRICOLTURA SOSTENIBILE
Oleificio: Antico Frantoio Arena, C/da Cafeci, Enna, (www.lanticofrantoioarena.it)